Sommergewitter – Cosima

Alzi la mano, chi non ha detto almeno una volta che in Second Life non piove!! Ebbene sappiate che non è vero, in SL piove eccome e questa sim è la dimostrazione! Non ci sono alberi verdeggianti non ci sono fiori, ci sono molte pecore e le capisco con questa pioggia… erba a volontà!! 🙂 Non è insomma la solita sim.
cosima-_002Mi sono persa…ah no..ecco dicevo…a Cosima piove, e non solo, tuona e lampeggia pure, non c’è angolo di questa terra e mare che non luccichi di saette, tanto che mi son pure spaventata trovandomi sotto un gigantesco albero improvvisamente colpito da un fulmine. Dopo il cinquantesimo fulmine caduto sulle mie scarpe, mi son lasciata andare…

fulminecosima-8

Questa foto sopra assomiglia tanto al film “Higlander l’immortale” ihihih scena finale ” ne rimarrà soltanto uno!!”  ci credo un altro fulmine e poco poco ci rimango secca. Guardandomi intorno ho notato che non solo è un luogo con tanti fulmini e tutti insieme ma il fatto che è anche tanto frequentato e informandomi sono venuta a sapere che questo posto è molto visitato; da fotografi, e persone che molto semplicemente vogliono socializzare con altre beh ragazze se non volete scocciatori non andateci da sole lol. La cosa che invece mi ha divertita molto è vedere quanto le persone in questo mondo virtuale simulano la vita reale, e ignari ( chissà forse lol) che in SL non ci si bagna… tirano fuori l’ombrello!

cosima6cosima01

Inoltre a Cosima ci sono tante pose e animazioni di relax e altro ( non pensate alle cose maliziose ) sedute romantiche, buona musica, qualche zanzara qua e là ma non pungono… nel caso non ci crediate portatevi una candela di citronella, insieme all’ombrello 🙂 “Piove governo ladro” si dice da noi… ma poi TornA Sempre il sole… anche se in questo magico luogo, sole pioggia e fulmini cadono nello stesso momento!! Landmark di Sommergewitter – Cosima 

Annunci

Pfaffenthal 1867

In questi ultimi giorni d’estate, mi sono imbattuta in questa deliziosa e interessante Sim. Non sono mai stata brava con le parole, quindi includo le info trovate sul posto e ve la racconto con qualche scorcio fotografato. Mi raccomando se ci fate un giro, indossate abiti dell’epoca, per il rispetto del regolamento della Sim e anche per non contrastare con il panorama. Mentre la mia amica Mahja che era con me, corre per stradine e vicoli, io apro la notecard e cerco subito la descrizione del posto che riporto qui:

The 1867 story aspires to explore its history, trying to meet not only its famous characters,  but also brave brave little people.Luxembourg invites us into its contrasting topography, steep, leading us down hidden paths were we discover its mysteries and its treasures. Stories, legends, architectures, casemates, uptown … downtown, roads and bridges … offer us an exciting decor.?It still has a story to tell.  And it is through women and men that lived in the past, and those who live in the present, with different points of view, with divers knowledge, that we could revel in its grace, survey its enigmas, mourn its misfortunes…

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

In spring 1867, Luxembourg is a complex military fortress, the ultimate result of a construction that took hundreds of years, a city occupied by a Prussian garrison. The Grand Duchy is an ‘autonomous’ country  and member of the’ Zollverein, the customs union established by Prussia. The attempt of  Napoleon III to buy the land from the Grand Duke King William the first, creates tensions among the population, trouble spreads throughout  the capital  and the country. The great nations send their secret agents and mobilize their troops, Bismarck intervenes .. The first phase of the project, the Fort Thüngen Virtual (Kirchberg) runs since late 2012 with workshops for the general public and for school classes at the Fortress Museum in Luxembourg (in collaboration with the National Museum of History and Art)From May 2015 until January 2016 the ‘Virtual Pfaffenthal’ will be part of an exhibition at the Luxembourg City History Museum using both ‘Oculus Rift ‘and ‘Cyberyth

Questo slideshow richiede JavaScript.

Penso che tornerò a visitare questa sim, vorrei portarci una Certa Persona .. nell’attesa del suo ritorno mi leggerò Altre info qui . (Ah esiste anche una pagina su facebook) . Vi metto altri 4 scorci e poi mi fermo.. mi conosco, quando una sim attira la mia attenzione potrei fotografarla fino alla noia LOL! Il Landmark di Pfaffenthal 1867

 

 

Give Peace a Chance

10014540_3981404788791_1411632733_n

“dai alla pace una possibilità”

bellissima questa frase.

Avrei voluto cercare una poesia sulla pace…. ma se dare una possibilità alla pace significa avere nel cuore noi per primi la voglia di starci dentro la pace, allora non servono poesie e aforismi di grandi uomini e donne.

Serve mettersi una mano sul cuore e ammettere, che non sempre abbiamo/ho camminato verso la pace.

Domani durante il ” Give Peace a Chance” vorrei vederci non solo gli amici … mi piacerebbe che ci fossero anche coloro con cui ho avuto dissapori battibecchi momenti aspri dai quali non sappiamo uscirne, o che non abbiamo mai voluto risolvere, per pigrizia, orgoglio, e anche un po’ di superbia, del resto siamo così maledettamente umani anche dentro un avatar.

Vorrei ballare insieme a loro, chiarirmi e perché no dirci anche ” scusami” e/o sentire uno ” scusami anche tu” senza i ma, i se, i però, che demoliscono tutte le buone intenzioni.

Ecco questa è la mia “poesia” scritta di getto e non per  fare bella figura … o sentirmi con la coscienza pulita,bensì dare il vero significato: ” dai una possibilità alla pace”.

Chiedo il favore di fare girare questi “versi” non perché siano belli o originali… ” chi non ha mai desiderato vivere in pace anche in questo mondo?”  ma perché girando possa io o voi raggiungere chi non è più mio amico o vostro, perché la pace è contagiosa , e tutti noi abbiamo perso una persona in un momento di rabbia  o altro.

Vogliamo sfatare il mito di quanto sia difficile fare pace?

Vogliamo dare una possibilità alla pace?

PACE ? 🙂

“OLTRE IL GENERE” – Martedì 1°Aprile ore 22.00 Città Ideale 3D

L’ indignazione questo sentore caduto in Disuso

Ketty Dagostino e Virginia Lupindo ci accompagneranno in un percorso contro l’omofobia che si snoderà attraverso diversi incontri tematici, con la consapevolezza di non poter esaurire l’argomento ma di proporre un tentativo di “aprire la mente” e percorrere insieme un viaggio di consapevolezza.

Quando iniziammo, l’emozione che entrambe sentivamo era l’indignazione. Ma non ci bastava essere arrabbiate, volevamo “trasmettere” che si può “smontare, o provare a farlo”, pezzetto per pezzetto, una condizione di “pensiero malato” come l’omofobia! Non ci stava e non ci sta bene che l’omofobia abbia un senso, che si possa , anche solo immaginare di pensarla come “corretta” e che si possa avere e consentire atteggiamenti di tale natura nei confronti di uomini e donne; e poi ci siamo domandate come potevamo affrontare e diffondere in Second Life il “dissenso” per questa “quasi normalità”.

Siamo partite dalla storia e dalle storie per narrare e lasciare una documentazione. E abbiamo provato a toccare anche il tema dell’educazione, consapevoli del fatto che, le leggi aiutano ma non bastano, se non c’è la consapevolezza interiore a volere cambiare o a “non aderire” a un pensiero già fatto, magari da altri, solo perché in tanti la pensano così.

Tutto questo è diventato “Città Ideale 3D Oltre il genere”; un percorso contro l’omofobia che si snoderà in serate di approfondimento e informazione presso Città ideale 3D dal 1° Aprile e ogni martedì ore 22.00 it – 1.00 pm slt. 

Ketty Dagostino e Virginia Lupindo

_ Oltre il Genere_ Lunedi 24 Marzo

Tutti gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming da Pyramid Café TV.

SLurl:http://maps.secondlife.com/secondlife/Ideal%20City/254/130/28

Imaginaria – the guardian of paradise

Ottimo posto per scattare foto o semplicemente esplorare o rilassarsi, paesaggio invernale incantevole, tanto incantevole da vederci una cartolina in ogni scorcio che intraprendi… non mancate di visitare la piazza centrale e di sedervi sulle panchine di pietra a godervi il silenzio, la piacevolezza delle persone che son lì proprio come voi… a godervi la pace di un attimo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pista pattinaggio, fontane ghiacciate io l’ho conosciuta così… ma non credo sia una delle tante sim rivestita di bianco solo per il periodo natalizio ed invernale … ma saprò dirvi con esattezza quando ci tornerò anche a primavera. Importante è che vi guardiate attorno e dove vi sembrerà che non ci sia nulla, vi sbucheranno all’improvviso i musetti di una carinissima famiglia di ermellini, o un cerbiatto, un uccellino e altri simpatici amici.

Si dice che questa sim sia stata creata dall’amore di due persone, ma non ci sarebbe bisogno di dirlo.. si nota chiaramente la cura e l’attenzione ai dettagli con cui è stata costruita e solo con l’amore e la passione si può raggiungere tanta magia credetemi.

Personalmente lo scorcio che adoro è il ponte sotto il faro, mi soffermo spesso a guardar volteggiare il guardiano di questo paradiso. L’ aquila maestosa che dall’alto osserva come una torre di controllo, tutta la sim … che tutto sia al suo posto, e che le persone presenti siano felici,, poi svolta dietro il mare fa una capriola e ritorna a fare da guardia sorvolando il ponticello. E poi lei … un delicato e dolce volto di donna, che seppur una nota statua che trovate frequentemente in molte altre sim, penso che in questo posto essa si senta proprio come a casa. Qui e non altrove.

Resta lì davanti a voi seduti… e nel silenzio tu percepisci il suo sussurro “com’è bello qua che pace, vero? ” e voi non potrete che concordare, ricambiandole un sorriso.

Ho concluso la mia visita con un cielo classico.. un tramonto di fine giorno dove il tuo sguardo si sofferma sull’orizzonte e si perde nei pensieri e nei colori… e mentre il vento mi arruffava i capelli l’ho salutata in silenzio, “prometto.. tornerò”. SLURL

Happy Birthday Fiona

Aprì una rivista molto svogliatamente e mentre con la testa era altrove, un curioso articolo catturò la sua attenzione.. “Second Life,vivi  la tua immaginazione”

E avendone di fantasia anche troppa prese a leggerlo con molta curiosità, “mhmm un mondo virtuale una seconda vita..uffa pero’ è tutto inglese” pensò… e per lei che a malapena riusciva a balbettare “goodbye, please, sorry, Hello” sapeva che sarebbe stata un’impresa ardua avventurarsi in quel mondo…!!

Chiuse la rivista accantonandola in un angolo e proseguì con i suoi pensieri …ma il tarlo della seconda vita, s’insinuò dentro di lei facendola riflettere ” certo che in un periodo di questa mia prima vita, dove problemi dubbi incertezze sono pane quotidiano.. una seconda vita sembra quasi la chiave della “felicità”, una seconda vita dove posso ricominciare, stravolgere, rimediare, e forse perché no distrarmi da tutto quello che non riesco a cambiare qua, è proprio allettante eh…”poi inizio a darsi motivazioni.. del perché poteva rinascere una seconda volta senza sentirsi ridicola, come se per giocare ci volesse una motivazione.. giocare è giocare eh, del resto i bimbi giocano, quindi basta risvegliare il bimbo che è in noi e voilà… lei aveva il timore di risultare idiota agli occhi della gente che nella vita reale non comprendeva ste cose, doveva trovare motivazioni incontestabili, Second Life era come giocare a pallone, oppure come l’hobby della pesca ecc ecc no? ” ma si.. infondo è un gioco, posso chiuderlo in qualsiasi momento, posso fuggire quando voglio, e poi. è solo una distrazione un passatempo.. mica è un colloquio di lavoro un obbligo… ma si su forza avanti registrati.. che sara’ mai?”

Si fiondò immediatamente sul sito della seconda vita e si registrò… ” vediamo come posso chiamarmi?” birichina pensò ad un nome sexy immaginandosi una bella biondona 90 60 90 tipo: Jessica Rabbit – Marilyn Monroe decise di essere di rinascere come mai era stata e con sorrisino malizioso decise di chiamare la sua bambola FIONA “ah pure il cognome dobbiamo scegliere.. ma tu pensa vediamo.. mhmm Rossini no Forcella no… uhm andiamo sullo straniero va ehehe vediamo cosa c’è alla C B R S esse…. Saiman mhmm non male, e poi dev’essere un cognome facile da ricordare ( per lei che manco ricordava le pw di uso quotidiano lol ) Fiona Saiman non male evvai.. cominciamo” poi tra se e se come a ripetere la lezione studiata…”Ecco ora mi scarico il viewer vedi? hai già imparato una parola nuova… comincia bene sto gioco…. Fatto ora pagina login nome…. Fiona…cognome…Saiman… passw…. ok e oraaaa… un click su login.. eeeeee… wow son riuscita ad entrare e tutto da sola ho fatto..che ganza che sono “ma… argh sgrunt che è sto mostro.. ma …  ma non si può tornare indietro? dov’è la mia Jessica tutta forme e niente cervello?? voglio scendereeeee” Si ritrovò scaraventata in una piazza insieme a tanti “mostri” come lei ( e questo la consolò un po’) piccoli bambolotti che sbattevano contro altri, muri alberi e cadevano di sotto da ogni parte ” e dove siamo? uff parlano tutti inglesi e chi li capisce?” Alzò gli occhi e vide scritto Korea ” annamo bene non bastava fosse in inglese, pure la fortuna di nascere in Korea ho avuto.. ma ora che faccio? che devo fare? dove stanno le regole? i divieti? aiutooooo chi mi aiutaaa?” Uscì da quel favoloso mondo ( che tanto favoloso non si presentava al momento ) di corsa rinunciandoci.

Più tardi dopo il lavoro riprese coraggio apri google e scrisse “second life” e in un nano secondo netto capì che l’unica bischera che aveva mai sentito parlare del mondo virtuale in voga al momento, era solo lei, davanti ai suoi occhi uscì un mondo ( che dico) tremila mondi di  storie tutorial fatti addirittura wikipedia ne parlava di second Life..da non credere. ” ma son stata nella terza vita finora saltando la seconda?” Pensate riuscì ad imbattersi anche in una vera enciclopedia su Second Life un Forum “Second life italia” ovvero la manna celeste per i nuovi utenti detti anche Newbie ( aveva imparato già un’altra parola, incredibile!!!) Prese a leggere avidamente tutto ciò che aveva trovato, prendendo appunti annotandosi link di istruzioni per l’uso dizionari gerghi  uso d’ inventory apparence preferences….insomma eh si si stava facendo proprio una cultura, ma “grazie” a quella sua curiosità oltre ad imparare tante cose nuove ahimè perse anche molto tempo davanti a quel monitor lasciando in attesa panni da stirare polvere da togliere e cene da preparare, rapporti da coltivare il tempo con Second Life spariva e con esso preoccupazioni, dubbi. ” ma è la novità si sa.. poi torna tutto come prima” Illusa! Accantonò il favoloso mondo di Fiona per qualche giorno, ma avendosi stampato delle cose da leggere, occupava il tempo trascorso su tre autobus (che doveva  prendere per recarsi a lavoro) per leggersi tutto quanto, quasi come una dipendenza ( e pensare che ci era entrata dentro una sola volta, e già ne dipendeva mah….)

Ignara  di quello in cui stava per intraprendere … la seconda vita presto diventò la succursale della prima, non passava giorno che uscita dal lavoro s’infilava in quel “gioco” e ci passava davvero troppo tempo, troppo fino ad ingegnarsi a come uscire dalla tanto odiata welcome area a superare interminabili sentieri, salitine, discese, e burroni, per non parlare di termini inglesi indecifrabili anche per il caro amico traduttore, fino ad approdare a Parioli, comunità italiana , una delle poche nel 2006.

Sospirò di sollievo, era orgogliosa, ci era arrivata da sola e quella era proprio la sua casa, amici nuovi, camping interminabili  per guadagnarsi due miseri Linden: moneta virtuale di SL (ah si SL abbreviazione di Second Life) e le notti passate a ballare ridere, ah che bella la seconda vita, e chi la lascia più!!! Ma Fiona è sempre stata agitata, la sua bambola reale può confermarvelo.. non passò molto tempo che cominciò a domandarsi … “Ma la seconda vita è tutta qui? ” dopo tre mesi di vita scellerata peggio delle notti brave dei più famosi sciupa femmine della storia  qualche tassello le mancava, “com’è possibile ne parla il mondo reale di questa seconda vita e tutto si riduce a due balletti e due chat?” Quindi convinta che la seconda vita poteva offrire di più, salutando tutti prese sulle spalle il suo zainetto virtuale e s’incamminò per nuove destinazioni e avventure.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo tanto, leggere informarsi venne a conoscenza di un altro posto italiano ( che rarità gli italiani…) Made Italy capitanato dal tenebroso  Toto Spire, armato fino ai denti lol, protettore dei più deboli e giustiziere dei tirannici greefer, un vero e proprio Robin Hood virtuale eh. La frase nella descrizione della comunità “possiamo condividere esperienze con te” l’attirò come l’ape sul miele.. si fece coraggio bussò aprì e calpestando il buffo pavimento a scacchi bianchi e neri decise di fermarsi un pò a vedere cosa poteva fare, ricevere offrire. Pur temendolo il capo tenebroso del made Italy, fra Toto e Fiona sbocciò presto un’ Amicizia a prima vista, trovarono intesa e spirito di collaborazione e insieme si occuparono di aiutare i nuovi utenti e di far valere la pace in SL. O almeno ci provarono.

Second Life ha donato a Fiona non solo Amici da conoscere, ma persone che le han dato fiducia, insegnamenti, stimoli dando vita a potenzialità nascoste dentro il suo corpo reale, e ci voleva solo un mondo virtuale per farle uscire allo scoperto. Fiona si cimenta nelle foto, s’appassiona si spinge oltre spreme il viewer e s’inventa un mondo tutto suo dove poter esprimersi senza limiti. Fiona pensa spesso, “non lo avrei mai scoperto, se non fossi stata testona curiosa e tenace”.Fiona abita ancora questo mondo, superando separazioni e problemi della vita reale  e via via che gli anni passano e la seconda vita continua, sente sempre di più la necessità di gridare a tutti che non è un gioco, ma un aspetto della prima vita, dove ci s’incontra si condivide, ama e si è amati, dove c’è gioia e dolore, dove ogni emozione umana viene toccata con un cuore e spremuta fino all’ultima goccia, per questo non può essere chiamato gioco.

Oggi 21 Novembre 2013 Fiona  compie 7 anni di Seconda vita, e adesso sente la necessità di festeggiarli ringraziando ogni persona incontrata e persa. “non faccio nomi, non servono, loro sanno” GRAZIE A:

  • L’ Uomo che amo e che mi ama, aiutandomi a tenere accesa la ragione di abitare ancora il metaverso con gli stessi occhi del 21 novembre 2006.
  • Al primo Amico in assoluto che mi ha detto “ciao, vuoi aiuto?”
  • Ai primi Amici che mi hanno accolta al Parioli
  • Al primo Amicissimo Fotografo.
  • All’Amico che mi portava nelle discoteche anni 80
  • Ad una persona Cara che spero ancora di rivedere da quel lontano 2009
  • Alla mia Poetessa Preferita che recita “photo ph”
  • All’ Amico spagnolo che mi faceva ridere a crepapelle due volte su tre
  • Al primo tenebroso lol Amico del Made Italy
  • Al primo Amico Toscano con l’aureola in testa 🙂
  • All’ amico Maestro della Biblioteca Archimedica
  • All’Amico d’ Ibridarte, un altro toscano simpaticissimo
  • Ai primi Amici di Second Italia, all’ Owner con le zampe di pelo lol, ai “figli” al genio dei prim, agli allenatori di calcio, ai residenti, alla sicurezza. Tutti. 
  • Ad  un Amico esploratore del Museo del Metaverso
  • Al mio primo Amico Vulcanaro
  • Ai Cari Amici della Galleria Szczepanski
  • Al Papà di Pinocchio nella Rete
  • A tutte le persone che ho accolto  il loro primo giorno di seconda vita.
  • Agli Amici di Solaris Island  ( tutti)
  • Al Papà di Solaris Island (niubbo forever lol)
  • Agli Amici di Tanalois Art e TkF e alla”La coppia più bella di SL” (secondo me)
  • Agli Amici di Pyramid Café ( alcuni diventati amici anche nella vita reale)
  • All’altra Poetessa Preferita nonché Socia di vita che recita ” Briciole D’Anima” e che spero di incontrare di nuovo, in un giorno di sole.
  • Alla mia Amica – Collega che non voglio perdere,anche se ci scontriamo talvolta.
  • All’Amica Tosta, che mi ha donato una sua fragilità, fra i rumori del mare e il canto dei gabbiani.
  • Ad un altro Amico Caro Fotografo ( lui sa) 
  • All’uomo che quando parla sembra sempre  incavolato, invece è una dolce e protettiva persona. ( Lui forse sa, e se non lo sa, la sua donna glielo spiegherà lol)
  • Al Fratello Magico a cui voglio un mondo di bene, che un giorno a dicembre 2008 senza conoscermi, mi presa per mano e insegnato a condividere sempre di più.
  • A tutti quelli che mi hanno conosciuta e frequentato, a chi frequento e mi frequentano in questo periodo. A chi mi tippa selvaggiamente, sappiate che un giorno mi vendicherò 🙂

Ma vorrei ringraziare anche le persone con cui mi sono scontrata aspramente, un po’ per colpa mia e un po’ per colpa vostra a quelli persi per sempre, a quelli che perderò perché è inevitabile anche qua.

Ogni scontro che  ti fa voltare pagina, proprio come la vita reale e ti direziona in altre strade, altre facce altri incontri, altre storie, è una seconda vita irreale e fantastica soltanto perché puoi volare, teletrasportati, costruire senza usare il cemento, guidare una macchina senza inquinare, dove non si sporca e non ci si bagna, ammala. Il resto è tutto mosso da una mano di ciccia che pigia su una tastiera. Ed è fantascienza credere che dietro una tastiera ci sia un solo un avatar e un cuore mesh.

Happy Birthday Fiona Saiman

 

 

 

 

London City

Anche il metaverso si colora di giallo e rosso, e non soltanto le foglie,

Cacce al tesoro festival musicali e non solo, fiere mercatini tutto dedicato all’Autunno son iniziati.

London City addirittura sta festeggiando con quattro settimane di musica spettacolare, spettacoli dal vivo, London Proms e rock n ‘roll, ma non solo il mese dei mostri vi aspetta, giochi macabri, eventi malvagi e concerti da brividi sono stati preparati per farvi tremare l’avatar,

Vi consiglio anche di prendervi i costumi gratuiti da indossare o soltanto collezionare.

London City6

Se siete alla ricerca di qualcosa di un po’ più tranquillo, è possibile anche allietarsi con del cibo caldo lol altrimenti intrattenimento ludico  e buona compagnia, son le cose che troverete di più in questo luogo, pensate soltanto oggi pomeriggio a London ci sono 71 persone, tanto che mi è venuto spontaneo esclamare “wow un posto vivo” e non è tutto, ho appreso con stupore che a London City c’è un centro impiego aggiornato e molto attivo, quindi se proprio non volete che la vostra seconda vita sia dedita solo all’ozio fateci una capatina. Centro Impiego

Per tutte le altre info non dimenticate di visitare http://mainlandlondon.blogspot.co.uk.

London City_009

London City_002